a4angle-leftangle-rightarrow-rightcalculatoracqua_potabileacqua_sanitariaaltre_applicazioniantincendioaria_compressagasindustrialeraffreddamentorefrigerazione_industrialeriscaldamentosanitariesolarecartcert-cncert-dvgwcheckchecklistclosecloud-downloaddimensiondownloadgiallogrigionerorossosecurfraboverdeemailfacebookfacilityflickrfrabo-markergas-pn5gearsgoogle-plush2oinfoinstagramlevelslinkedinlogo-frabo-bannerlogo-frabo-mainlogo-frabomarkeracciaio_carbonioacciaio_inossidabilebronzoottonerametecnopolimeromedia-playmoleculenavPDF iconPDFPDFpipeplusquestion-markraccordo-blackraccordoresize-smallscatolasending-envelopeshare-emailshare-facebookshare-google-plusshare-pinterestshare-twittersharetwitterunico-esclusivouservwindowwrenchyoutube

FRA.BO pone fine al contrasto legale durato più di dieci anni con DVGW

dvgwFRA.BO, azienda bresciana fondata nel 1969 dai fratelli Bonetti e oggi leader nella produzione di raccorderie per impianti idrotermosanitari, annuncia di aver posto fine al contrasto legale durato più di dieci anni con DVGW – l’Associazione Tecnico Scientifica tedesca per gas e acqua che ha la responsabilità di elaborare le norme tecniche per la distribuzione di gas e acqua, promuovere la ricerca e la formazione, effettuare prove e test e rilasciare certificazioni.

DVGW e FRABO hanno infatti deciso di risolvere per via extragiudiziale la controversia legale tuttora all’esame del Bundesgerichtshof (Corte Federale di Giustizia) relativa a FRABOPRESS – il sistema di raccordi a pressare in rame e bronzo per installazioni termo idrauliche utilizzabile indifferentemente per applicazioni acqua e gas.

Il raggiungimento di questo accordo avvalora l’importante percorso di crescita e di internazionalizzazione intrapreso dall’azienda bresciana e che ha contraddistinto la storia più recente di FRABO, ponendo nello stesso tempo le basi per dare il via a una presenza nel mercato tedesco sempre più significativa.

“L’accordo si inserisce in una controversia decennale che ha visto FRABO difendere  strenuamente il diritto alla libera circolazione delle merci – non solo a nome dell’azienda stessa, ma a nome di tutte le piccole medie imprese italiane – con l’obiettivo di vedere riconosciuta la legittimità dei propri prodotti e la possibilità di esportare in tutti i mercati. La nostra perseveranza ci ha consentito di vedere accolte le tesi di FRABO dalla Corte di Giustizia dell’Unione Europea nel 2012 e ci consente oggi di porre le basi per la conquista di un mercato strategico come la Germania” – ha dichiarato Manuela Bonetti, Amministratore Delegato FRABO.

Forte di un’esperienza pluridecennale e di una gestione manageriale di successo – oggi alla guida dell’azienda vi è la seconda generazione della famiglia Bonetti – FRABO ha consolidato la propria presenza sul mercato raggiungendo significativi traguardi tra cui un fatturato di quasi 30 milioni di euro, con una crescita costante e una capacità produttiva di altissimo livello, che comprende 25 categorie di prodotto, 5.000 articoli realizzati in 6 materiali e l’offerta di prodotti con caratteristiche uniche e distintive come FRABOPRESS, il primo e unico raccordo utilizzabile per acqua e gas, che ha rivoluzionato il mondo dei raccordi in rame.

“Gli importanti traguardi che FRABO ha raggiunto in questi mesi sono per me un motivo di orgoglio e di soddisfazione” – ha aggiunto Manuela Bonetti. “Nonostante un contesto economico particolarmente critico che ha visto una riduzione delle quote di mercato di molte aziende che operano nel nostro comparto, la nostra azienda è stata capace di vincere la sfida conservando un posizionamento forte sul mercato italiano e ha continuato a crescere fino a raggiungere un organico di circa 100 dipendenti, mantenendo il focus sull’innovazione anche grazie a un investimento che nel 2015 ammonta al 10% del fatturato. Nello stesso tempo, siamo cresciuti in modo particolarmente significativo all’estero dove abbiamo raggiunto una presenza in oltre 30 paesi e dove abbiamo ottenuto tassi di crescita importanti in diversi mercati”.

“I successi di oggi non solo ci fanno guardare con ancora più ottimismo al futuro, ma confermano ulteriormente che FRABO ha tutte le carte in regola per continuare a soddisfare un numero sempre più ampio di clienti, facendo leva su un’offerta di qualità e di alto livello e con caratteristiche uniche. FRABOPRESS è solo un esempio della nostra continua capacità di innovare - tutta Made in Italy - e siamo sicuri che, proprio grazie alla nostra capacità di guidare l’evoluzione dei prodotti, saremo in grado di espandere in un futuro sempre più prossimo la nostra presenza nel mercato tedesco che, in quanto primo mercato europeo nella vendita di raccordi, rappresenta per noi un potenziale enorme per un’ulteriore crescita” – conclude Manuela Bonetti.