a4angle-leftangle-rightarrow-rightcalculatoracqua_potabileacqua_sanitariaaltre_applicazioniantincendioaria_compressagasindustrialeraffreddamentorefrigerazione_industrialeriscaldamentosanitariesolarecartcert-cncert-dvgwcheckchecklistclosecloud-downloaddimensiondownloadgiallogrigionerorossosecurfraboverdeemailfacebookfacilityflickrfrabo-markergas-pn5gearsgoogle-plush2oinfoinstagramlevelslinkedinlogo-frabo-bannerlogo-frabo-mainlogo-frabomarkeracciaio_carbonioacciaio_inossidabilebronzoottonerametecnopolimeromedia-playmoleculenavPDF iconPDFPDFpipeplusquestion-markraccordo-blackraccordoresize-smallscatolasending-envelopeshare-emailshare-facebookshare-google-plusshare-pinterestshare-twittersharetwitterunico-esclusivouservwindowwrenchyoutube

Frabo adotta la metodologia di lavoro "Kaizen"

Frabo - Kaizen - Lean

Frabo ha scelto di adottare la metodologia di lavoro “Kaizen”, composizione di due termini giapponesi, KAI (cambiamento, miglioramento) e ZEN (buono, migliore).

Presentata inizialmente dall’azienda automobilistica Toyota, Kaizen è una metodologia atta al miglioramento continuo, che passo dopo passo attraversando l’intera struttura aziendale tenta di far ridurre l’impatto dei processi che non creano valore aggiunto al prodotto.

Nell’ambito della gestione della produzione la metodologia Kaizen si traduce nel concetto di Lean Production (produzione snella) come chiave vincente per poter:

  • Soddisfare maggiormente il cliente
  • Diminuire i costi
  • Aumentare la competitività
  • Migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro
  • Migliorare ed organizzare i processi aziendali

In particolare per Frabo significa:

  • Produrre senza sprechi
  • Evitare difetti nella produzione
  • Gestire correttamente l’inventario
  • Evitare le attese
  • Evitare sovrapproduzione
  • Ottimizzare i trasporti e le movimentazioni interne
Kaizen

Per raggiungere questo risultato è stata adottata la tecnica P-D-C-A (Plan-Do-Check-Act) cioè una metodologia universale che consente di affrontare in maniera rigorosa e sistematica qualsiasi attività ed in particolare quelle di problem solving. Il concetto di miglioramento implicito nel P-D-C-A è quello del “miglioramento a piccoli passi”. Difficilmente si fa quindi riferimento a grossi interventi innovativi, il miglioramento continuo è il risultato di una somma di tanti piccoli interventi atti a risolvere specifici problemi e ad introdurre microinnovazioni nel sistema ed un metodo di lavoro in team.

Uno degli interventi adottati da Frabo per raggiungere gli obiettivi prefissati è stata l’introduzione di uno schedulatore utile alla pianificazione dei flussi di lavoro con conseguente riduzione dei tempi di attesa tra macchine diverse lungo il processo produttivo.

Altro importante intervento è stata la riprogettazione del layout delle movimentazioni interne all’area di produzione che ha consentito di ottimizzare l’impiego di risorse e il miglioramento della produttività.

Viene, inoltre, messa in atto la metodologia 5S che racchiude in cinque passaggi un metodo sistematico e ripetibile per l'ottimizzazione degli standard di lavoro e quindi per il miglioramento delle performance operative.

Un esempio pratico si trova nell’organizzazione delle aree di lavoro con spazi destinati e definiti per lo stoccaggio delle attrezzature e dei materiali ausiliari. Viene abbandonata la gestione attraverso un magazzino unico a favore del posizionamento di questi oggetti a fianco alle macchine riposti in modo da essere identificabili per articolo da produrre.

L’introduzione della metodologia di lavoro Kaizen conferma sempre più l’interesse di Frabo nell’agire in maniera responsabile verso individui, comunità e ambiente grazie alla riduzione dello spreco di risorse (umane, materie prime, servizi…) con una conseguente minore produzione di rifiuti e di emissioni in atmosfera.