a4 angle-left angle-right arrow-right calculator acqua_potabile acqua_sanitaria altre_applicazioni antincendio aria_compressa gas industriale raffreddamento refrigerazione_industriale riscaldamento sanitarie solare cart cert-cn cert-dvgw check checklist close cloud-download dimension downloadgiallogrigionerorossosecurfraboverdeemail facebook facility flickr frabo-marker gas-pn5 gears google-plus h2o ico-facebookico-instagramico-linkedinico-twitterico-youtubeinfo instagram levels linkedin logo-frabo-banner logo-frabo-mainlogo-frabo-main_bkplogo-frabologo-frabo_bkpmarker acciaio_carbonio acciaio_inossidabile bronzo ottone rame tecnopolimero media-play molecule nav oemPDF icon PDF PDF pipe plus question-mark raccordo-black raccordo resize-small scatola sending-envelope share-email share-facebook share-google-plus share-pinterest share-twitter share twitter unico-esclusivo user v window workup-stamp wrench youtube

Collaudo e messa in esercizio impianti sanitari

Collaudo impianti acqua sanitaria

Le tecnologie costruttive civili sono sempre di più orientate all’adozione di tubazioni e raccordi sotto traccia in maniera tale che l’impianto ed i suoi componenti non siano in alcun modo visibili.

I raccordi FRABOPRESS SECURFRABO possono essere collocati sotto traccia senza alcun problema limitatamente alle installazioni di distribuzione acqua o di riscaldamento. In relazione a ciò è necessario procedere ad un collaudo preventivo dell’impianto prima che lo stesso sia integrato nella struttura edile.

Il collaudo, peraltro previsto pressoché dalla totalità delle regole della buona tecnica ha due obiettivi precisi:

  • verificare che non vi siano perdite in corrispondenza delle giunzioni;
  • accertare che le dilatazioni termiche non comportino inconvenienti.

Anche per gli impianti sanitari vale la considerazione di una ormai diffusa pratica di posizionare le tubazioni sotto traccia.

In questo caso però occorre porre particolare attenzione poichè accanto alle verifiche di tenuta dell’impianto per una installazione a regola d’arte si devono prevedere le seguenti operazioni:

  1. prelavaggio delle tubazioni ossia l’eliminazione dei materiali estranei prima che siano posti in opera i rubinetti;
  2. lavaggio prolungato con rubinetti installati;
  3. disinfezione mediante cloro gassoso o soluzione di ipoclorito di sodio;
  4. risciacquo finale con acqua potabile;

Accanto a queste operazioni che sono chiaramente finalizzate alla creazione delle migliori condizioni igieniche all’interno delle tubazioni dovranno essere eseguite le verifiche di tenuta sull’impianto che possono essere sintetizzate nei seguenti punti:

  1.  prova idraulica a freddo da effettuarsi sull’intera distribuzione di acqua calda e fredda prima del montaggio della rubinetteria e prima delle opere murarie, mantenendo le tubazioni per non meno di quattro ore consecutive ad una pressione 1,5 volte maggiore della pressione di esercizio con un minimo di 6 bar;
  2. prova idraulica a caldo, da effettuarsi esclusivamente sulle distribuzioni di acqua calda con produzione centralizzata, alla pressione di esercizio, per non meno di due ore consecutive, ad un valore di temperatura iniziale maggiore di almeno 10°C al massimo valore di temperatura raggiungibile nell’esercizio;
  3. prove di circolazione e di coibentazione della rete di distribuzione di acqua calda ad erogazione nulla, da effettuarsi possibilmente nel periodo più freddo dell’anno. La prova si ritiene positiva quando si misura fra temperatura in partenza dal sistema di produzione di acqua calda e la temperatura della diramazione più lontana una differenza minore o uguale a 2°C
  4. prova di erogazione di acqua fredda, per 30 minuti consecutivi facendo funzionare contemporaneamente tutte le bocche di erogazione previste;
  5. prova di erogazione di acqua calda per una durata superiore ai 60 minuti facendo funzionare tutte le bocche tranne una
  6. verifica della capacità di erogazione di acqua calda; la verifica va fatta tenendo in funzione contemporaneamente tutte le bocche erogatrici.
Frabopress Securfrabo

frabopress securfrabo

FRABOPRESS SECURFRABO è la gamma di raccordi a pressare in rame e bronzo utilizzabile indifferentemente per applicazioni acqua e gas dotata di sistema di sicurezza brevettato SECURFRABO

Grazie alla particolare conformazione dell’O-Ring, SECURFRABO consente la fuoriuscita di liquido laddove la giunzione non sia stata pressata, permettendo così di riconoscere velocemente i punti di mancata pressatura.

Contattaci

al punto A) dell'informativa
Attenzione, è necessario esprimere il consenso per poter proseguire
È necessario effettuare una scelta per proseguire
al punto B) dell'informativa
È necessario effettuare una scelta per proseguire